Bollywood: i 10 Film da Non Perdere

Posted by Valentina Manduchi | 04/30/2020 | Blog, Tendenze, Bollywood

Questo articolo è dedicato a tutti i grandi artisti del cinema indiano. In particolare, lo dedichiamo a Irrfan Khan e a Rishi Kapoor, che tristemente ci hanno lasciato in questi giorni. Grazie per i momenti indimenticabili che ci avete regalato con la vostra arte.

Famosa in tutto il mondo, l’industria cinematografica di Bollywood è l’espressione del cinema popolare indiano, principalmente in lingua Hindi e con sede a Mumbai – in precedenza nota come Bombay. Il cinema indiano, composto da Bollywood, dal cinema dell’India del sud e da altre industrie cinematografiche regionali, rappresenta il più grande al mondo per numero di film prodotti.

Ma in questa moltitudine di film, come possiamo orientarci per iniziare ad assaporare questo mondo meraviglioso fatto di musica, danza e colori, storia e poesia, lacrime e gioia, ma soprattutto amore in tutte le sue forme? Ecco a voi la nostra lista dei 10 film e trilogie Bollywood da non perdere.

Devdas (2002)

Drammatico e sentimentale, Devdas è un film diretto nel 2002 da Sanjay Leela Bhansali basato sul romanzo Devdas del 1917 di Sarat Chandra Chattopadhyay. All’inizio del 1900, Devdas (Shah Rukh Khan) è un ricco laureato in giurisprudenza che torna da Londra per sposare la sua cara amica d’infanzia, Paro (Aishwarya Rai). Tuttavia, la famiglia di Devdas si oppone al matrimonio, decisione che lo porta ad abbandonarsi all’alcool. La sua reazione autodistruttiva al livello fisico ed emotivo lo spinge a trovare rifugio nella cortigiana Chandramukhi (Madhuri Dixit).

Dilwale Dulhania Le Jayenge (1995)

Kuch Kuch Hota Hai (1998)

Kabhi Khushi Kabhie Gham… (2001)

Dilwale Dulhania Le Jayenge (The Big-Hearted Will Take Away the Bride), Kuch Kuch Hota Hai (Something… Something Happens) e Kabhi Khushi Kabhie Gham… (Sometimes Happiness, Sometimes Sorrow) sono tre tra i film Bollywood più iconici di sempre. Diretti rispettivamente da Aditya Chopra (1995) e da Karan Johar (1998; 2001), sono tutti e tre commedie romantiche che vedono come protagonisti “the King of Romance” Shah Rukh Khan e la bellissima Kajol.

Il primo, anche noto come DDLJ (1995), viene tuttora proiettato dopo quasi 25 anni dalla sua prima uscita al Maratha Mandir di Mumbai. Raj e Simran, due giovani indiani che vivono a Londra con le loro famiglie, si innamorano durante una vacanza in Europa con i loro amici. Raj cerca di conquistare la famiglia di Simran per poterla sposare, ma il padre di Simran ha promesso la sua mano al figlio di un suo caro amico.

Ecco a voi il video di una delle canzoni indiane più iconiche di sempre!

Kuch Kuch Hota Hai (1998), la cui colonna sonora è entrata nella storia del cinema indiano, narra la storia di due triangoli amorosi a distanza di anni. La prima metà del film segue il punto di vista di tre ragazzi in un campus universitario, mentre la seconda racconta la storia della giovane figlia di un vedovo che cerca di riunire suo padre con la sua amica di vecchia data.

Kabhi Khushi Kabhie Gham… (2001) raccoglie in sé attori tra i più famosi nel panorama bollywoodiano: Amitabh Bachchan, Jaya Bachchan, Shah Rukh Khan, Kajol, Hrithik Roshan, Kareena Kapoor e Rani Mukerji. Il film racconta la storia di una famiglia indiana che affronta problemi e incomprensioni sul matrimonio del figlio adottivo con una ragazza appartenente ad un gruppo socio-economico inferiore al loro.

Veer-Zaara (2004)

Toccante e travolgente, Veer-Zaara è un dramma romantico del 2004 diretto e coprodotto da Yash Chopra con suo figlio Aditya Chopra. Il film narra di due innamorati e delle ostilità tra l’India e il Pakistan attraverso la loro storia d’amore. Veer (Shah Rukh Khan) è un pilota dell’aeronautica militare indiana e Zaara (Preity Zinta) è una donna pakistana proveniente da una ricca famiglia politica di Lahore. I due si innamorano e Veer decide di lasciare il suo lavoro per andare in Pakistan, dove viene imprigionato con false accuse. Anni dopo, una giovane avvocatessa pakistana (Rani Mukerji) trova Veer in prigione, ascolta la sua storia e cerca di scagionarlo.

Jodhaa Akbar (2008)

Jodhaa Akbar è un film storico romantico, co-scritto, prodotto e diretto da Ashutosh Gowariker nel 2008. Ambientato nella seconda metà del 500, il film racconta la storia d’amore tra l’imperatore Mughal Jalal-ud-din Muhammad Akbar (Hrithik Roshan) e la principessa Rajput del regno di Amer, Jodhaa Bai (Aishwarya Rai). Nata da un matrimonio d’alleanza politica finalizzata alla riunificazione dell’India sotto il potere dei Mughal e alla protezione del regno di Amer, la relazione tra i due si evolve verso puro amore e rispetto reciproci, includendo un messaggio mirato alla tolleranza religiosa.

Bajirao Mastani (2015)

Epico, storico e sentimentale, Bajirao Mastani è un film del 2015 diretto da Sanjay Leela Bhansali, che ha anche composto la sua colonna sonora. Nella prima metà del 700, l’eroico peshwa Maratha Bajirao I (Ranveer Singh), sposato con Kashibai (Priyanka Chopra), si innamora di Mastani (Deepika Padukone), principessa e guerriera del Bundelkhand. Tra le battaglie contro l’Impero Mughal e l’opposizione della famiglia conservatrice di Bajirao, i due combattono per far trionfare il loro amore.

My Name is Khan (2010)

My Name is Khan è un film drammatico del 2010 diretto da Karan Johar. Sentimenti contrastanti si intrecciano in questo film, dove l’amore si scontra con l’intolleranza religiosa. In America, Rizwan (Shah Rukh Khan), un uomo con la sindrome di Asperger, sposa Mandira (Kajol). Quando si verificano tragici eventi a partire dall’attentato alle Torri Gemelle, Rizwan intraprende un viaggio con lo scopo di cambiare la percezione che le persone hanno acquisito della sua comunità religiosa. Il film My Name is Khan ha avuto successo in tutto il mondo ed ha portato in Italia la superstar protagonista Shah Rukh Khan! Sapevate che la compagnia Apsaras ha danzato per Mr. Khan in persona al red carpet di Roma nel 2010?

http://www.apsarasdance.com/container.php?area=festival

Queen (2014)

Unica nel suo genere, Queen è una commedia drammatica diretta da Vikas Bahl nel 2014. Questo film mette al centro della storia una donna single che intraprende un percorso verso una maggiore sicurezza e consapevolezza di sé. Rani (Kangana Ranaut), una donna punjabi di Nuova Delhi, decide di partire da sola per la sua luna di miele a Parigi e ad Amsterdam dopo che il suo fidanzato ha disdetto il loro matrimonio. In questo modo, si ritrova al di fuori della sua zona di comfort e riscopre se stessa. Il ruolo della donna come moglie e madre viene così scardinato portando alla luce il tema dell’emancipazione femminile.

Shakespeare Trilogy di Bhardwaj:

Maqbool (2003), Omkara (2006) e Haider (2014)

Maqbool, Omkara e Haider sono adattamenti cinematografici delle tre tragedie shakespeariane Macbeth, Othello e Hamlet, dirette rispettivamente nel 2003, 2006 e 2014 da Vishal Bhardwaj.

Maqbool (2003), tratto dal Macbeth di William Shakespeare, è il primo film di questa trilogia. Maqbool (Irrfan Khan) è il braccio destro di Jahangir Khan (Pankaj Kapur), un potente don malavitoso di Mumbai. Maqbool si innamora dell’amante del suo capo, Nimmi (Tabu), che lo spinge ad ucciderlo per prendere il suo posto.

Omkara (2006) si basa sull’Otello di Shakespeare. Ishwar ‘Langda’ Tyagi (Saif Ali Khan) sogna di diventare il successore di Omkara ‘Omi’ Shukla (Ajay Devgn) dopo che quest’ultimo vince le elezioni. Ma quando Omkara nomina Keshav ‘Kesu Firangi’ Upadhyaya (Vivek Oberoi) come suo luogotenente, Langda si sente tradito e pianifica vendetta.

Haider (2014), l’ultimo dei tre adattamenti moderni di Bhardwaj, riprende la tragedia shakespeariana di Amleto. Nel 1995, Haider (Shahid Kapoor) ritorna dall’Aligarh Muslim University nel Jammu e Kashmir mentre la regione è tormentata da una violenta insurrezione. Cercando risposte sulla scomparsa di suo padre, Haider resta sopraffatto dalla politica locale.

ABCD: Any Body Can Dance (2013)

ABCD: Any Body Can Dance è un dance drama film diretto e coreografato da Remo D’Souza nel 2013. A Mumbai, il coreografo professionista Vishnu (Prabhu Deva) lascia la sua compagnia di danza in seguito ad un’accesa discussione con il suo manager. Di conseguenza, decide di mettere insieme la propria squadra per vincere un’ambita gara di danza chiamata “Dance Dil Se”. Un film per chi ama la danza e il gioco di squadra!

Om Shanti Om (2007)

Om Shanti Om è un melodramma diretto da Farah Khan nel 2007, un film romantico che sa essere drammatico e divertente allo stesso tempo. Nel 1977, Om (Shah Rukh Khan) è un attore esordiente che si innamora di una superstar segretamente sposata, Shanti (Deepika Padukone). Suo marito, un crudele produttore chiamato Mukesh Mehra (Arjun Rampal), la uccide impunitamente in un incendio davanti agli occhi di Om, che muore per le ferite subite nel tentativo di salvarla. Reincarnato come una superstar, nel 2007 Om incontra Mukesh e inizia a ricordare la sua vita precedente. Di conseguenza, cerca giustizia per il suo amore perduto. Amitabh ed Abhishek Bachchan, Hrithik Roshan, Rishi Kapoor, Rani Mukerji, Kajol, Salman Khan, e molte altre celebrità di Bollywood sono presenti in diverse sequenze e canzoni del film, interpretando se stessi e spesso richiamando elementi iconici dei loro film più famosi. Infatti, una particolare caratteristica di Bollywood è l’autocitazione condita con un pizzico di autoironia.

Infine, per invitarvi a conoscere più a fondo lo sfaccettato universo indiano, consigliamo vivamente la trilogia della regista indo-canadese Deepa Mehta. La sua Elements Trilogy, formata dai film Fire (1996), Earth (1998), e Water (2005), non presenta elementi tipicamente bollywoodiani come scene di danza e di canto, ma affronta alcune importanti tematiche relative al mondo indiano. Fire (1996) parla della relazione amorosa tra due cognate, riunite dal desiderio erotico completamente assente nei loro matrimoni. Earth (1998) narra la storia di una famiglia sradicata dalla partizione dell’India e del Pakistan nel 1947. Water (2005), invece, ruota attorno alla vita di una sposa bambina di otto anni che nel 1938 è costretta ad entrare a vita in una “casa delle vedove” a Varanasi.

Ce ne sono molti altri da tenere in considerazione, ma la nostra lista dei film Bollywood da non perdere si conclude qui…

Ora tocca a voi! Fatevi avanti, saremo felici di sapere qual è la vostra!

 

Francesca – Apsaras Team

 

Referenze:

Related Blogs

Posted by valentina | 10/14/2020
LA DANZA NON SI FERMA : nonostante le restrizioni per il contenimento della pandemia in corso, al via il primo festival che raggruppa molti insegnanti del panorama delle Danze Indiane...
Posted by valentina | 07/09/2020
BENTORNATI NELLA NOSTRA SALA DI DANZA VIRTUALE, IL “WE BOLLYWOOD LIVE STUDIO ITALY”! CHI SIAMO? Dopo il grande successo della prima edizione del 6 e 7 giugno, il We Bollywood...
Posted by valentina | 06/04/2020
BENVENUTI NELLA NOSTRA SALA DI DANZA VIRTUALE, IL “WE BOLLYWOOD LIVE STUDIO ITALY”! CHI SIAMO? Dopo il grande successo del primo flashmob virtuale di danza Bollywood, organizzato all’inizio della quarantena...
error: Content is protected !!